I Lions e l’Accademia Belle Arti di ...

L’ Accademia di Belle Arti di Perugia ed il Lions Club International hanno firmato oggi a Perugia un accordo di collaborazione focalizzato sul tema dell’internazionalità e del dialogo tra le culture.

A firmare la convenzione tra le due istituzioni da un lato il Presidente dell’Accademia di Belle Arti, Avv. Mario Rampini, e dall’altro, in rappresentanza del  Lions Club International, il Governatore del Distretto Lions 108L (Umbria, Lazio e Sardegna), Ing. Giampaolo Coppola. Garanti della Convenzione sono il Lions Club Corciano Ascanio della Corgna e il Lions Club Perugia Host.

La convenzione prevede agevolazioni in favore dei soci Lions e Leo che desiderino iscriversi all’Accademia e la promozione degli eventi e delle attività dell’ Accademia attraverso la rete internazionale dei Lions Club ai quali appartengono circa 1 milione e mezzo di Soci nel mondo.
“Si tratta di un accordo che si qualifica per la sua attenzione all’internazionalità – ha spiegato Gianfranco Cialini, membro del Comitato Cultura e del Comitato Rapporti Istituzionali del Distretto 108L e promotore dell’accordo – da un lato consentirà con maggiore facilità ai soci Lions di tutto il mondo ed ai loro figli di venire a studiare qui a Perugia presso l’Accademia di Belle Arti grazie a uno sconto sulla tassa di iscrizione del 20%. Dall’altro supporterà la diffusione all’estero della notorietà di questa prestigiosa istituzione perugina la quale, nata nel 1573, è la seconda accademia d’arte più antica d’ Italia , preceduta solo da quella di Firenze”,

Fanno eco a quelle di Gianfranco Cialini le dichiarazioni di Paolo Belardi, Direttore dell’ Accademia di Belle Arti di Perugia: “Il motto della mia direzione, scherzoso ma non più di tanto, potrebbe essere ‘Da Perugia a Torgiano passando per Shanghai’ – ha spiegato Belardi – ovvero vogliamo rimanere una istituzione profondamente perugina ma assolutamente aperta all’internazionalità ed alle culture del mondo. Già oggi il 30% dei nostri studenti proviene dall’estero e di questo 30% i due terzi sono cinesi. Si tratta di un risultato già di per se notevole ma che la collaborazione con in Lions ci permetterà di migliorare anche in funzione della candidature di Perugia a Capitale della Cultura d’Europa per il 2019”.

Del resto l’impegno dei Lions per la comprensione tra i popoli si rispecchia perfettamente in questo accordo tra Accademia e Lions. “Noi Lions lavoriamo in tutto il mondo, in primis con i giovani, per sviluppare la cultura della comprensione tra i popoli – ha detto a sua volta Giampaolo Coppola, Governatore del Distretto Lions 108L – e per noi poter essere ambasciatori nel mondo dell’arte italiana e dei valori del Rinascimento, incarnati dall’Accademia, è un onore. Questo accordo segue quello analogo stipulato l’anno scorso tra i Lions e l’Università per Stranieri di Perugia. Dunque confermiamo il nostro impegno a fianco delle istituzioni perugine per promuovere la cultura italiana nel mondo”.

Condividi

 

Tags

Scroll to top