Il Lionismo c’è, lo hanno detto i Lions ...

Un anno sempre in crescita e i numeri lo confermano. Lo ha registrato il Distretto 108 Yb Sicilia, che ha coronato – dopo lo straripante Lions Day di Dittaino – il XX congresso distrettuale che si è celebrato allo Sheraton di Acicastello. Una presenza massiccia di Lions, arrivati da tutti gli angoli della Sicilia.

Il Governatore Francesco Freni Terranova ha condotto un anno, che certamente resterà nella storia, con fermezza promuovendo il dialogo con tutti, con il codice dell’Etica sempre aperto, evidenziando Pace, Amore, Solidarietà, Armonia.

I 343 delegati hanno espresso, con voto democratico, le nuove guide del Distretto. È stata una grande festa del lionismo che ha fatto eco al Lions Day del 24 aprile, con una fiumana in piena – erano circa 1.000 – di Lions picchettata da tantissimi giubbotti gialli come un prato di primavera sbocciato sotto il grande tendone di Dittaino, che non ha potuto ospitare tutti.

Lions in festa ad applaudire il DG Freni che ha trascinato tutti trasmettendo la voglia di fare crescere il lionismo in un momento in cui erano affiorati malintesi e incertezze. Avevamo già rilevato che il Governatore c’era, ora osserviamo, con ulteriore soddisfazione, che il lionismo c’è ed è vivo ed ha un cuore pulsante. Lo confermano a chiare note i numeri: presentati infatti ben 60 nuovi soci invertendo, così, il trend negativo.

Numeri straordinari illustrati nell’introduzione di Angelo Collura che, unitamente ad un gruppo affiatato di Lions, aveva messo in cantiere prima “I Lions Day itineranti”, per poi il distretto allestire il grande evento di Dittaino, che ha consacrato il lionismo siciliano vivo e palpitante.

Nel grande e stracolmo tendone dell’Outlet di Dittaino, Franco Freni, ha presentato i service più significativi svolti durante questo anno sociale, toccando il cuore di tutti i presenti Lions e Leo, arrivati in massa da ogni parte della Sicilia, in particolare quando sono stati consegnati 3 cani guida ad altrettanti non vedenti. Giovanni Fossati, responsabile del centro addestramento cani guida di Limbiate, il Governatore e Diego Taviano hanno presentato questo service, veramente toccante, “Dare un cane a un non vedente per dargli la vita” e ancora Fossati “abbiamo consegnato ben 2065 cani guida” ed ha aggiunto ogni volta che consegno un cane mi commuovo, tutti insieme – Lions e Leo – possiamo fare tanto” e il DG Freni “ai ciechi noi restituiamo la vita e la dignità”.

La intensa e straordinaria giornata, che ha lasciato un segno profondo, ha registrato la presenza del FIP Pino Grimaldi che, sempre attento e partecipe, ha coccolato un magnifico cane, come per dirgli grazie, e questi graziosamente si è seduto ai suoi piedi.

Altro momento di esaltazione del lionismo è venuto fuori quando il PCC Salvo Giacona ha invocato, ancora una volta, la Pace, valore portante di un lionismo che consacra sempre il luminoso insostituibile eterno messaggio che è il codice dell’Etica lionistica, che 100 anni fa ci ha consegnato Melvin Jones che deve orientare il cammino dei Lions, autentici missionari di Pace, Amore, Solidarietà, Speranza.

Dittaino ha segnato una ulteriore svolta, sottolineando a chiare note che i veri Lions non possono voltare le spalle alla nobile azione lionistica e che non si può naufragare in atteggiamenti che offuscano il luminoso credo lionistico. Chi non rispetta il codice deve virare per altri lidi e avere rispetto per chi ha tanta voglia di operare e di crescere.

Ricordiamo sempre che nell’associazione si è chiamati per servire: sono, ormai, le piazze le nostre palestre preferite dove la gente ci vede e ci apprezza e chiede della nostra straordinaria famiglia. Anche i Leo ci sono ed hanno rinsaldato, grazie al Governatore Freni, una meravigliosa intesa con i Lions. I Leo sono Lions giovani pronti a dare risposte forti e belle come Federica Furnari che a Taormina, nell’incontro sul tema nazionale “le donazioni”, ha comunicato con orgoglio che è diventata donatrice, una luminosa lezione che arricchisce la nostra straordinaria storia.

A Dittaino è nato un sogno che deve diventare realtà: il Lionismo della Pace che è un lionismo sempre più forte e, dunque, più vincente. Da Taormina a Dittaino allo Sheraton è stata una intensa marcia che ha riscosso tantissimi consensi; ripetiamo il lionismo c’è e c’è un Governatore Franco Freni che ha guidato in maniera concreta trasmettendo entusiasmo.

Ci attendono altre tappe per un lionismo da vivere che ha acceso una luce in più nel nostro cammino, ancora una magnifica occasione per alimentare questa luce che ci può proiettare verso orizzonti lontani e diradare le nubi e riscoprire così albe ricche di Pace, Amore, Solidarietà, Speranza, Armonia.

Articolo di Franco Amodeo tratto dalla rivista nazionale LION – Giugno 2016

Condividi

 

Tags

Scroll to top