La settimana bianca di Festiona

di Michele Girardo

Lo sport è vita e s’inserisce nella fisiologica motricità umana. Una motricità multilivello che attinge diverse dimensioni e differenti dinamismi operativi. Da quelli legati alla sfera dilettantistica a quelli incentrati su standard professionali e competitivi. Ma c’è di più. Esso esprime l’energia vitale di cui siamo depositari, favorendo il “dialogo” con la realtà esterna e la costruttiva interazione con gli altri in spirito di amicizia e di leale competizione. Sussiste poi un ulteriore valore aggiunto, allorché lo si arricchisce con le preziose componenti della solidarietà e dell’inclusione, bandendo ogni forma di limiti alla sua fruizione. La promozione di attività sportive con persone diversamente abili onora pienamente il citato obiettivo, perché favorisce la manifestazione delle potenzialità insite in ogni individuo e contribuisce a trasformare la diversità in uguaglianza. In tale contesto, intriso di valori e dedizione, rientra il progetto attivato dall’Associazione Sportiva Dilettantistica Valle Stura Sport, che, nell’organigramma degli sport invernali, riserva un’attenzione del tutto particolare ai soggetti diversamente abili. Ai “ragazzi di Cesare”, come recita la denominazione dell’iniziativa, in ricordo del suo promotore, Cesare Picollo, scomparso nel 2012.

Nel contesto dell’iniziativa, che si svolge durante tutta la stagione invernale, assume una particolare rilevanza la “Settimana Bianca”, in programma nel corso del mese di febbraio, dal lunedì al venerdì a Festiona, in Valle Stura, in Provincia di Cuneo. La “cinque giorni sulla neve” è giunta alla sua 29ª edizione e fruisce, fin dalle sue prime sperimentazioni, di un significativo contributo finanziario e operativo del Lions Club Cuneo, che l’ha assunta come fondamentale riferimento nella programmazione annuale dei service.

L’edizione 2018 ha fatto registrare una settantina di partecipanti (a cui sono da aggiungere i genitori, gli educatori e gli accompagnatori), provenienti da diverse regioni del Nord Italia. Tutti quanti hanno percorso, con entusiasmo e gratificazione, le piste del Centro Fondo Festiona con gli sci da fondo, le racchette da neve e gli slittini. A seguirli sulle piste sono stati impegnati 17 maestri della locale scuola di sci, supportati da volontari e accompagnatori, che hanno prestato il loro servizio con encomiabile disponibilità, sensibilità e professionalità.

L’esperienza del febbraio scorso si è collocata in un continuum davvero gratificante con quelle degli anni precedenti, rafforzando la valenza pedagogica dell’iniziativa, con risultati veramente apprezzabili. C’è infatti da sottolineare un autentico valore aggiunto, che si affianca alla pratica degli sport invernali, ed è la preziosa occasione, offerta ai ragazzi, per stringere nuove amicizie e vivere momenti di allegria.

Degna di particolare menzione è la serata organizzata dal nostro club per incontrare i “ragazzi di Cesare” e festeggiare la settimana bianca con loro e con le loro famiglie. Erano presenti oltre 140 persone, tra cui il governatore del Distretto 108 Ia3, Giovanni Costa, e il 2° vicegovernatore, Erminio Ribet. Il Governatore, nel suo saluto, ha espresso un particolare apprezzamento nei confronti dell’entusiasmo, della vivacità e della simpatia con cui i giovani stavano affrontando l’esperienza sciistica, elogiando, nel contempo, l’efficienza e la valenza dell’intera organizzazione. Ha inteso poi abbinare un segno tangibile alle sue parole di stima e riconoscenza, consegnando personalmente ad ogni ragazzo una medaglia ricordo appesa a un nastro tricolore.

Le gratificanti attestazioni dei genitori e l’esito davvero pregevole dell’iniziativa supportano l’obiettivo del nostro club, quello di accordare alla Settimana Bianca di Festiona un ruolo privilegiato nella programmazione annuale delle varie attività.

Condividi

 

Tags

Scroll to top