“Un giorno nel Medioevo” con il Lions Club ...

E’ stato un gran successo, sotto tutti i punti di vista, quello della speciale manifestazione “Un giorno nel medioevo”, con un ampio riscontro da parte della cittadinanza: un ottimo esempio di come l’unione sia sinonimo di forza.

La manifestazione infatti, organizzata da Lions Club Grosseto Aldobrandeschi in occasione dei 20 anni di attività del club, è stata supportata dal Comune di Grosseto, dall’Ascom Confcommercio Grosseto e dalla Pro Loco di Grosseto che hanno contribuito a rendere la giornata un momento gioioso per la nostra città.

Così commenta la Presidente del Lions Club di Grosseto, Gloria Mazzi: “Ringrazio veramente tutti a nome di tutto il club, per come si è svolta l’intera giornata nel migliore dei modi possibile con un’ottima risposta della cittadinanza che ha permesso di registrare il pienone in tutte le attività organizzate, dalla conferenza al pranzo fino alla sfilata e al concerto barocco dell’Accordone Ensemble. Tutto questo non sarebbe stato possibile senza il supporto di Ascom, Amministrazione Comunale e Pro loco.”

Alle ore 10.00 si è tenuta in Sala Friuli la conferenza dal tema “La famiglia Aldobrandeschi” che ha onorato la nobile famiglia grazie al trailer di Antonella Santarelli “Margherita Aldobrandeschi: Una donna di Maremma” con il commento del Dottor Roberto Madonna, e alle testimonianze dei bravissimi relatori: Mario Ascheri, storico e docente di Storia del diritto medievale e moderno, Roberto Farinelli, ricercatore e prof. aggregato di archeologia cristiana e medievale, Maura Mordini, Prof. Univ. di Siena e Vinicio Serino, Antropologo, professore presso la facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università degli studi di Siena.

Al termine della conferenza, nel chiostro di San Francesco, il catering La Peschiera ha sorpreso i duecento commensali con un fedele pranzo medievale servito in costume d’epoca che è stato seguito dalla sfilata in costume con ottanta figuranti di Campagnatico, gli sbandieratori di Capalbio e gli arcieri di Scansano che ha animato le vie del centro storico.

Commenta l’Assessore al Turismo, Luca Ceccarelli: “Il successo di “Un giorno nel Medioevo” è il segnale non solo di un’ottima organizzazione, ma soprattutto di un rinnovato interesse nei confronti della storia della nostra città, delle origini di una comunità diventata poi composita. Riscoprire gli Aldobrandeschi attraverso i racconti degli storici e la rievocazione di antichi cerimoniali ci aiuta a definire anche la nostra identità di grossetani. Inoltre abbiamo animato il centro storico con una giornata molto apprezzata e per questi motivi sono orgoglioso di aver risposto, con l’Assessorato al Turismo, alla richiesta degli organizzatori, che voglio nuovamente ringraziare per il loro impegno”

Aggiunge Umberto Carini, Presidente della Proloco: “Per la Pro Loco è prioritario ricostruire la coscienza storica della propria città; ogni cittadino grossetano dovrebbe avere nella sua biblioteca accanto ai classici le poesie sulla maremma amara del Rispoli ed libro di G.Ciacci”Gli Aldobrandeschi nella storia e nella Divina Commedia”. Creare eventi che ricordino approfondiscano e creino una festa collettiva e fondamentale per far rivivere la nostra coscienza civica. Tutto questo si ottiene con la collaborazione tra le associazioni di service e le istituzioni. Un sentito ringraziamento all’ideatrice dell’evento Gloria Mazzi Presidente del Lions club Grosseto Aldobrandeschi.”

La giornata si è conclusa in grande con il concerto del gruppo barocco “Accordone Ensemble” composto da FURIO ZANASI Baritono Enrico Gatti violino Rossella Croce violino Catherine Jones violoncello Michele Pasotti tiorba GUIDO MORINI Cembalo e direzione il quale fonda Accordone nel 1984 – insieme al tenore Marco Beasley e al liutista Stefano Rocco – mosso da una grande passione per la letteratura musicale barocca, per gli strumenti originali e per il nuovo approccio musicologico ai problemi dell’interpretazione. Al centro del suo lavoro la musica italiana dal XVI al XVIII secolo. Il concerto è inserito nella Stagione musicale “La voce di ogni strumento – musica tra le stellette” organizzata da Reggimento Savoia Cavalleria, Centro Militare Veterinario e patrocinato dal Comune di Grosseto, dalla Fondazione Grosseto Cultura e dal Lions Club Grosseto Aldobrandeschi. Il ricavato del concerto verrà devoluto in beneficenza ad AVIS, AISM e La Farfalla ONLUS.

In conclusione commenta La Presidente di Ascom Confcommercio, Carla Palmieri così la giornata: “L’Ascom Confcommercio opera per tutelare e rappresentare le aziende e per accompagnarle nella loro crescita, che necessariamente va di pari passo con lo sviluppo dell’intero territorio. Ci sono eventi di eccellenza, come questo voluto dal Lions Club Grosseto Aldobrandeschi, che non possono non meritare il nostro plauso ed il nostro sostegno. Un’associazione importante come la nostra è chiamata ad adoperarsi anche per promuovere la cultura, l’arte, la musica, la storia, la ‘memoria’. Questo è un impegno condiviso dal nostro organo direttivo, facendo parte integrante della nostra mission, come è scritto nello Statuto associativo. Le rievocazioni storiche, in particolare, contribuiscono ad infondere nei cittadini un senso di appartenenza e di partecipazione attiva. Inoltre valorizzare le nostre tradizioni in questo contesto significa anche fare promozione turistica. Non mi rimane che ringraziare il Lions Club Grosseto Aldobrandeschi, a nome dell’associazione che rappresento, per tutto quello che in questi venti anni ha fatto e che continuerà sicuramente a fare per il nostro territorio”.

Condividi

 

Scroll to top