Foligno: Vaccini, informarsi bene… non fa male

campagna lions vaccinazioni

di Giuseppe Lio*

Vaccinarsi, una buona pratica dal risvolto umano. Nel nostro tempo, spesso dominato dalla fretta di vivere, “dall’emotività surriscaldata ad arte al posto della riflessione ponderata” (Papa lions club foligno vacciniFrancesco), si danno per scontate molte realtà acquisite, frutto di una progressiva conquista maturata in secoli e decenni, ma ormai talmente radicate nella consuetudine, da apparire sminuite nel loro intrinseco valore: accade così quando, immemori o inconsapevoli delle epidemie del passato, misconosciamo gli esempi evidenti dell’efficacia delle vaccinazioni.

Da alcuni decenni ormai – l’arco di alcune generazioni – nel nostro evoluto mondo occidentale la procedura della diffusione delle vaccinazioni praticate su intere fasce di popolazione in età neonatale e infantile, garantisce la presenza di un duplice vantaggio alle comunità: sia i benefici sanitari recati ai singoli soggetti che non contrarranno la determinata malattia infettiva contro cui vengono immunizzati grazie all’assunzione dello specifico vaccino somministrato, sia l’utilità sociale connessa al fatto che gli stessi soggetti immunizzati non potranno contagiare quella stessa malattia a persone debilitate da altre preesistenti affezioni, cui il contagio potrebbe risultare fatale (anziani gravati da patologie multiple coesistenti; pazienti di ogni età in temporaneo deficit immunitario, a seguito di trattamenti chemioterapici subiti come terapie anti- neoplastiche).

lions club foligno convegno vacciniLa cosiddetta “immunità di gruppo” è una protezione indiretta che si verifica quando la vaccinazione di una parte significativa della popolazione finisce con il fornire una tutela anche agli individui che nel proprio organismo non hanno sviluppato direttamente l’immunità, cioè quel particolare stato di difesa dello stesso organismo contro certi agenti infettivi, legato alla sua capacità di produrre anticorpi specifici.

A rimarcare l’utilità dei vaccini, l’effetto protettivo su giovani, adolescenti, minori di oggi che, vaccinati, non svilupperanno quelle malattie infettive che sino a qualche decennio orsono falcidiavano esistenza e qualità di vita della popolazione di allora, lasciando spesso postumi indelebili ai sopravvissuti: basti pensare ai tanti ragazzi degli anni ’50 resi claudicanti dalla poliomielite.

Tragiche testimonianze della carenza di vaccinazioni: milioni di minori che, nel silenzio del resto del mondo, ogni anno nei Paesi del disagio, si ammalano e muoiono a causa di malattie prevenibili, ormai debellate nell’Occidente evoluto: realtà che interpellano la nostra coscienza, stimolando forme di collaborazione con quanti affrontano direttamente situazioni drammatiche mediante specifiche azioni a favore delle persone che soffrono.

“Si avverte la necessità di un’informazione affidabile”: in linea con le parole di papa Francesco pronunciate in altro contesto, a Foligno, il Lions Club in sinergia con il Kiwanis Club, per fare lions foligno infomazione vaccinichiarezza sulle tematiche suddette, ha organizzato un intermeeting aperto alla cittadinanza dal titolo: “Vaccini: Informarsi bene… non fa male”, svoltosi lo scorso 2 febbraio, presso il tardogotico Palazzo Trinci della Città.

L’incontro si è avvalso della partecipazione della dott.ssa Luciana Nicolosi, Referente del Centro Vaccinazioni presso l’U.O. Pediatria e Malattie infettive del prestigioso Ospedale romano Bambin Gesù (in sostituzione del Responsabile del Reparto, prof. Villani), che, nel suo apprezzato intervento supportato da ampia casistica, ha motivato le ragioni scientifiche legate alla necessità delle vaccinazioni.

L’Assessore Regione Umbria alla Salute e Welfare ha illustrato strategie e sviluppi del piano sanitario regionale vaccinale, corredandolo con cifre e dati; la vice Sindaco di Foligno ha richiamato l’importanza sociale dei vaccini, ricordando lo scienziato Sabin, uno dei padri delle vaccinazioni.

lions informazione vaccini folignoLa dr.ssa Baroni ed il dr. Santocchia, della USL di Foligno, ciascuno con competenze specifiche dirigenziali nella Prevenzione, Vaccinazione, Igiene e Sanità pubbliche, hanno illustrato la realtà vaccinale della Città e della ASL di competenza: abbiamo così appreso che Foligno è un centro di vaccinazioni internazionali, che all’ambulatorio del Servizio vaccinazioni afferiscono utenti provenienti da fuori Regione e da altre zone dell’Umbria, che lo stesso servizio esegue oltre 11000 vaccinazioni l’anno, che mensilmente vengono spediti circa 1300 inviti per i residenti.

A rimarcare le finalità congiunte e sinergiche di Lion e Kiwanis, brevi interventi del dr. Valeri, Vicepresidente del Club Kiwanis locale, del dr. Marchetti, Responsabile distrettuale Lion del Tema di studio nazionale sulle vaccinazioni, del dr. Paggi, 2° Vicegovernatore distrettuale Lion: il convegno è stato moderato dalla dr.ssa Cirinei Presidente Lion Foligno e dal sottoscritto.

*Lions Club Foligno

Condividi

 

Tags

Scroll to top