I Leo nel piano strategico di Lions Clubs ...

di Elena Appiani*

Nell’ambito delle attività di sviluppo della membership si parla sempre di due target/obiettivi:

  • i giovani
  • le donne

Ma è difficile essere attrattivi per un certo pubblico se non si fa nulla perché questo pubblico si possa sentire coinvolto e motivato.

I giovani sono una delle favolose possibilità che abbiamo a disposizione e, più ancora dei giovani, lo sono i Leo, che già hanno sperimentato la vita associativa molto spesso anche con successo ed impegno nei progetti di servizio.

Creare progetti ad hoc, percorsi di coinvolgimento, accompagnare i Leo nel mondo Lions sta diventando oggi un obiettivo strategico.

Non solo parole, ma una serie di azioni che potranno costruire una “passerella” per favorire l’integrazione degli uni con gli altri.

I Leo stanno assumendo un ruolo sempre più importante nel mondo Lions.

Past Presidente Internazionale Win Kun Tam, GAT Chairperson

Nel piano strategico “LCI Forward”, presentato lo scorso anno, piano per il secondo centenario, per la prima volta i Leo sono entrati negli obiettivi generali di LCI: sono citati nella vision: “Immaginiamo un giorno in cui ogni bisogno del mondo possa essere servito da Lion e Leo”; sono citati nella mission: “Il GAT (Global Action Team) sarà il riferimento per la visione del Lions Internazionale(LCI) e della sua Fondazione (LCIF) e riaccende la passione dei nostri Lions e Leo attraverso il service”; sono citati negli obiettivi: “Assicurare che il LCI abbia un impatto sulla vita di 200 milioni di persone attraverso il servizio di 1.700.000 soci Lions e Leo e dia l’opportunità di apprendere/formarsi a 500.000 soci entro il 2020”.

Oggi, ad un anno di distanza, nel programma lanciato dal Past Presidente Internazionale Win Kun Tam GAT Chairperson, durante il Meeting Annuale GMT/GLT/GST di Area, ci sono delle azioni chiare per coinvolgere i Leo a pieno titolo in LCI. La proposta, che verrà presentata al Board, seguirà la logica della pari dignità e del massimo coinvolgimento:

– Organizzare durante la convention di Milano il primo Forum Leo/Lions

– attivare un programma di formazione sulla leadership anche per i Leo

– attivare un rapporto sui service Leo al pari dei rapporti Lions da inserire nel data base MyLCI

– portare l’organizzazione GAT anche nel Leo.

Attraverso queste strategie rendere sempre più paritaria la collaborazione Leo/Lions realizzando progetti insieme, utilizzando le stesse piattaforme di formazione, agevolando il naturale ingresso dei Leo nell’organizzazione Lions perché molto simile a quanto stanno sperimentando.

Questo può essere un primo passo concreto verso un reale futuro insieme.

*GMT Area Leader 4 G

 

Condividi

 

Tags

Scroll to top