Torino: i Lions promuovono sport, salute e integrazione

lions torino

di Mariagrazia Sclavo*

Il nostro Lions Club Torino Principe Eugenio in Intermeeting con il Lions Club Torino Cittadella Ducale il 16 e 18 maggio 2019 ha presentato un Service dedicato allo sport e interpretato secondo una duplice valenza di contenuti.

L’utilità dell’attività fisica

lions torinoLa prima valenza è quella della corretta informazione sull’utilità dell’Attività Fisica per Tutti nella Prevenzione delle malattie cardiovascolari e del cancro: infatti l’opportunità, oggi codificata da numerosi studi scientifici e posta all’attenzione internazionale da organismi quali l’Organizzazione Mondiale della Sanità, di utilizzare l’attività fisica come ‘farmaco a costo zero’ indirizzato verso la prevenzione di malattie croniche e cronico-degenerative pare essere consolidata. Ancora di maggiore interesse possono essere i risultati, ormai numerosi, che dimostrano come una semplice attività fisica possa giocare un ruolo fondamentale nell’aumentare, in una popolazione già caratterizzata da una attesa di vita molto elevata, il numero di anni vissuti in salute. Importante quindi  capire come e dove muoversi, secondo le modalita’ della Scienza del Movimento cosi’ come ci ha illustrato nella sua conferenza il Prof. Pasquale Bellotti, medico, esperto di Bioetica e di Movimento nell’Uomo, Professore all’Universita’ La Sapienza di Roma, Direttore Emerito della Scuola dello Sport del CONI, che ha accettato di venire appositamente da Roma per illustrarci con sapienza ed ironia quanto puo’ essere apparentemente semplice applicare nella nostra quotidianita’ il movimento e far funzionare magnificamente quel complesso sistema di muscoli che ci sono stati dati per farci camminare e muovere tutti i giorni della nostra vita regalandoci salute e prolungando la nostra giovinezza organica, sempre a patto, pero’, di diffidare e astenersi da sostanze, metodi e alimentazioni scorrette che potrebbero alterare e stravolgere il corretto funzionamento organico e fare abuso del nostro corpo.

Erano presenti alla serata il Governatore del Distretto 108ia1 Luigi Tarricone, gli Officers di Zona Gianfranco Lombardo e di Circoscrizione, Stefano Vaccino, e molti Operatori Sportivi tra cui il Presidente  Lega Nazionale  Calcio Dilettanti Piemonte-Valle d’Aosta Christian  Mossino e il Selezionatore FIGC Dilettanti under 21 Claudio Frasca.

Sport, disabilità e integrazione

Abbiamo voluto organizzare contestualmente alla conferenza d’informazione una dimostrazione pratica delle regole d’oro dello Sport attraverso l’evento del 18 maggio: infatti abbiamo affiancato alla Conferenza del Prof. Pasquale l’attivita’ fisica reale, tra noi spettatori e chi già la esegue con professionalità.

La pianificazione e realizzazione e’ stata condivisa con noi dai ragazzi Leo del Distretto 108ia1 coordinati dall’Addetto Distrettuale con Delega allo Sport, Pietro Psenda. Accanto ai ragazzi Leo sono intervenuti e hanno partecipato altri ragazzi che sanno come lo Sport possa favorire il superamento dei possibili handicap e il raggiungimento di uguaglianze. Questi sono i Ragazzi Diversamente Abili, in grado di far fronte alla loro diversita’ attraverso lo Sport e dimostrare come l’impegno fisico, il coraggio, l’applicazione e la disciplina facciano conseguire risultati e successi sia nelle competizioni come nella vita.  Sono intervenuti a gareggiare i ragazzi della famosa squadra INSUPERABILI Onlus insieme alle squadre Associazione Sordi Asti e PERLA DELLE ALPI che si sono fronteggiati insieme ai nostri ragazzi LEO sabato 18 al pomeriggio in un torneo di calcio a 5 promuovendo lo sport come strumento di integrazione e socializzazione.

Abbiamo fornito a tutti la possibilità nello stesso pomeriggio di praticare attività e divertirsi in amicizia con diversiSport Insieme”. Il nostro service, accanto all’acquisizione di risorse per le Onlus intervenute, ha voluto sottolineare come lolions torino sport possa favorire anche negli atleti con disabilità l’insegnamento di valori positivi e la costruzione di un carattere e di un fisico più forte: infatti l’enpowerment raggiunto favorisce lo sviluppo e la crescita personale.

Infine l’attivita’ fisica costituisce un’eccellente modalità di integrazione delle persone contribuendo a incrementare l’autostima e la motivazione. Attraverso lo sport si trasmette nei giovani l’insegnamento di valori positivi e la costruzione di un carattere e di un fisico più forte e adeguato ad affrontare la vita e le sue sfide, capace di attraversare successi e insuccessi mantenendo saldo il potere su se stesso e arricchendo quotidianamente la percezione appresa di “essere capaci” (learned hopefulness).

Nasce inoltre un altro valore altrettanto fondamentale, l’attitudine cioè all’autodisciplina e alle regole comportamentali nel rapporto con l’Altro, necessarie per un confronto maturo fondato sul rispetto e la stima per l’avversario, valide e spendibili anche in tutte le occasioni dei diversi rapporti sociali della vita quotidiana.

Stimolare dunque la biologia nelle fasi sensibili della vita risulta indispensabile per contenere il disagio delle condizioni sfavorevoli quali la disabilita’ e gli stati cronico-degenerativi che caratterizzano sempre più precocemente una società “ipocinetica” divenendo una strada utile non solo per migliorare la qualità della vita delle popolazioni ma, qualora venissero applicate e diffuse tecniche di attività motoria a scopo preventivo, si realizzerebbe una conseguente liberazione di ingenti risorse economiche dalla sempre più complessa situazione dei bilanci della Sanità Pubblica.

*Presidente Lions Club Torino Principe Eugenio

Condividi

 

Tags

Scroll to top