Feltre: dai Lions un apparecchio per la cura ...

Lions Club Feltre Host

Presso l’ospedale feltrino è attivo da tempo un ambulatorio specifico, afferente alla Lungodegenza, che è stato avviato dalla dottoressa Anna Casanova e ora è seguito dalla dottoressa Jolanda Restelli, che effettua circa 2.000 accessi all’anno per lesioni cutanee che sono spesso debilitanti e dolorose, riducono la qualità di vita del paziente e richiedono molto tempo per la cura.

La lesione cutanea, l’ulcera, patologia a elevato significato sociale sia in termini di spesa pubblica e assistenziale che di perdita di giornate lavorative, rappresenta un sintomo e non una malattia a se stante, è necessario un adeguato inquadramento che permetta di definirne la causa e che nell’ospedale di Feltre

La fase cruciale è rappresentata dal rimuovere il tessuto morto, danneggiato o infetto dal letto della ferita al fine di aumentare il potenziale rigenerativo del tessuto sano circostante. Le tecniche a disposizione sono molte, tutte finalizzate a una preparazione ottimale del letto della ferita. Tra queste c’è quella che utilizza gli ultrasuoni.

Considerato che per questa tecnica serve un’attrezzatura specifica, il Lions Club Feltre Host ha donato un apparecchio medicale generatore di ultrasuoni, particolarmente efficaci per la rimozione del materiale fibrinoso e necrotico dal fondo dell’ulcera e per l’eliminazione dei batteri.

Per il Presidente del Club Giampaolo Ciet: “Nello spirito lionistico, abbiamo voluto aiutare l’ospedale feltrino con la consegna di questo nuovo macchinario per rimarcare ancora una volta la nostra vicinanza verso la comunità e le persone in difficoltà.”

 

Condividi

 

Tags

Scroll to top