A Collegno i ragazzi del Campo delle Alpi ...

di Laura Monateri

La serata del 16 luglio del Lions Club Collegno Certosa Reale poteva essere una serata conviviale come tante altre, per scambiare saluti ed auguri prima della pausa estiva, un’occasione per rinsaldare l’amicizia tra i soci… ed invece si è trasformata in qualcosa di più, qualcosa di veramente speciale.

Grazie alla presenza di ospiti d’eccezione, è diventata una festa per celebrare due service importantissimi dell’area giovani.

Parliamo dei dodici ragazzi degli Scambi Giovanili che, occasionalmente a Torino per visitare il Museo Egizio e quello del Cinema, sono stati invitati dal Club insieme a Oreste Gagliardi, del Lions Club Savona Torretta, Direttore del Campo delle Alpi e del Mare e Roberta Rota del Lions Club Sanremo Matutia, interprete e coinvolgente accompagnatrice.

Provenivano dalle più diverse parti del mondo – Finlandia, Turchia, Messico Tailandia, Danimarca, campi giovani lionsUngheria, Armenia ecc.– e tutti durante la cena, rispondendo all’invito della Presidente Laura Monateri, si sono alzati in piedi con un leggero imbarazzo e molti sorrisi per presentarsi e ricordare il proprio paese di origine.

La loro freschezza e il loro evidente affiatamento hanno colpito tutti i presenti, dimostrazione concreta di uno dei service che più testimonia la vocazione internazionale della nostra associazione e la sua vocazione a creare un clima di comprensione tra i popoli. Certo nessuno di loro, ha commentato il PDG Enrico Baitone, dopo questa esperienza potrà mai considerare uno straniero come un nemico!

E poi c’era Simone Curcio, un giovane appena rientrato dalla Prateria di Domodossola, accompagnato dalla sua famiglia e dai dirigenti della squadra di Rugby Chivasso Mixed Ability a cui appartiene e che unisce giovani diversamente abili a normodotati.

La sua mamma, che l’ha affiancato durante la permanenza a Domodossola ha raccontato la bella esperienza vissuta, momenti di gioia, e di inclusione tra gite in elicottero e uscite in barca di cui ha ringraziato i Lions.

Ma, in realtà, la sensazione che i soci del Club hanno provato al termine della serata è stata di orgoglio e di gratitudine verso i giovani ospiti perché con la loro presenza hanno concretamente dimostrato il grande valore sociale di questi due service, il loro incredibile potenziale di creatori di amicizia, inclusione e gioia.

We serve!

*Lions Club Collegno Certosa Reale

Condividi

 

Tags

Scroll to top