Lions Camp Toscana Via Francigena: Seminando tolleranza

Campo Toscana Lions Via Francigena 2019

di Angelo D’Arcangeli*

La quercia fu un tempo una ghianda. Per conseguire il successo di una iniziativa, di un evento, di un service è necessario partire – anche da soli – coinvolgendo sempre più persone. Perché, come ci dice Baden Powell: un albero grande e forte come la quercia cominciò all’inizio come una piccola ghianda giacente al suolo.

Ancora una volta il Distretto 108 LA si è distinto nell’organizzare ben 3 Campi nell’ottica degli scambi giovanili: “Giovani disabili”, “Solidarietà G. Poggi” e “La Via Francigena”.

Tra i campi, il Lions Camp Toscana La Via Francigena è alla sua quarta edizione: è un Campo itinerante e in 15 giorni ripercorre, in gran parte, il percorso della Francigena in Toscana.

La Via Francigena: un po’ di storia

campo lions toscana via francigena 2019Può apparire un po’ bizzarro per i nostri tempi ipercinetici ma nel Medioevo si camminava molto e, anche su lunghe distanze; alle vie commerciali si affiancarono presto i percorsi che conducevano alle grandi mete della Cristianità: Santiago, Roma e Gerusalemme.

La Via Francigena nacque in quell’epoca: la strada, che partiva da Canterbury, arrivava in Italia e, attraversando il Passo della Cisa, scendeva verso il fiume Magra toccando il litorale della Versilia e poi Lucca fino ad attraversare l’Arno.

Arrivava poi a San Gimignano e nella Valdelsa fino a raggiungere Siena e qui attraverso le valli dell’Arbia e dell’Orcia si ricongiungeva alla antica Via Cassia fino a Roma.

Il Lions Camp Toscana “La Via Francigena” ha quindi l’obiettivo di ricalcare le orme dell’arcivescovo Sigerico, che intorno all’anno 990 descrisse nel suo diario di viaggio la Via Francigena per compiere un ideale cammino verso l’integrazione e la comprensione fra i popoli del mondo.

Grazie alla grande organizzazione, al supporto e all’ospitalità di più di 30 Lions Club appartenenti al Distretto 108 LA, sono arrivati in Toscana 30 ragazzi provenienti da 23 diverse Nazioni.

Campo Lions Toscana Via Francigena: l’Avventura

I ragazzi hanno dapprima vissuto l’esperienza in famiglia dove hanno potuto assaporare l’ospitalità ed hanno condiviso e conosciuto le diverse realtà italiane: il mangiare, le persone, i monumenti, le tradizioni, i profumi e tante altre campo lions toscana via francigena 2019particolarità.

Dopodiché, i partecipanti, in un tripudio di bandiere, lingue e colori hanno iniziato il loro cammino come dei moderni viandanti dalla porta della Francigena in Toscana, ovvero sul Passo della Cisa, in una discesa lenta e naturale che per boschi e prati li ha portati a Pontremoli. Hanno poi proseguito verso il mare, visitando Massa, Carrara e Viareggio per poi recarsi presso città storiche come Lucca e Certaldo. Hanno poi raggiunto San Gimignano, Poggibonsi e Siena per poi dirigersi verso la Val d’Orcia e visitare tra le altre la rocca di Radicofani ed infine hanno raggiunto Roma.

Durante tutto questo meraviglioso viaggio i ragazzi sono stati accolti dalle Amministrazioni Locali delle città visitate, hanno partecipato ad eventi organizzati dai Lions Club della zona ed hanno potuto gustare le diverse prelibatezze delle nostre zone.

Creare la comprensione tra i popoli del Mondo

Da parte di tutti i Lions Club e di tutti gli organizzatori c’è stato un grande entusiasmo ed anche tanta fatica per realizzare queste giornate. Ma tutti sono stati consapevoli che ne è valsa la pena. Perché il Campo arricchisce sia gli organizzatori che i partecipanti.

Perché un Campo fa divertire, fa arrabbiare, fa rilassare, fa conoscere, fa capire, fa apprezzare. Ed ogni volta si torna a condividere insieme. La ghianda è diventata quercia.

Il Lions Camp Toscana La Via Francigena è, come tutti i Campi in Italia, un grande evento che ogni anno si ripete grazie alla forza del Distretto 108 LA che crede fermamente nei valori dell’internazionalità attraverso la volontà di “creare e promuovere uno spirito di comprensione tra i popoli del Mondo”. E vuole continuare così. Ancora per anni e anni. Con l’aiuto ed il supporto di tutti i Lions Club.

*Coordinatore Scambi Giovanili (YCEC) – Distretto 108La

 

Condividi

 

Tags

Scroll to top