Campo Alpi e Mare: da Aosta a Roma ...

campo giovani lions alpi e mare

Cosa accade durante le intense giornate di un Campo Giovani Lione? Quali tipi di impegni (o di divertimenti) attendono i partecipanti? Ce lo svela il racconto del Campo Giovani delle Alpi e del Mare 2019!

di Oreste Gagliardi*

10 Luglio – Mercoledì – I dodici partecipanti arrivano nel pomeriggio presso il Seminario Vescovile che svetta sulle alture di Savona. Una arriva in treno, tutti gli altri tutti sono accompagnati dalle famiglie ospitanti con le quali, come d’abitudine, dialoghiamo per avere le loro impressioni, a caldo, sull’ospitalità appena conclusa. Le risposte sono tutte positive, sempre calorosamente entusiastiche quelle delle famiglie che sono alla loro prima esperienza.

campo giovani lions alpi e mareRestiamo in Seminario, i primi contatti avvengono gustando un’ottima pasta al pesto e altro, segue una mia introduzione di benvenuto poi ognuno si presenta e parliamo iniziando ad approfondire le nostre conoscenze.  Quest’anno collaborano Roberta Rota del Lions Club Sanremo Matuzia e mia moglie Marina Frumento, nel pomeriggio viene in aiuto anche Nicoletta Nati del Lions Club Loano Doria.  Viene consegnato ad ognuno il kit che comprende quattro t-shirt arancioni, uno zainetto blu, un cappellino arancione, una bandiera tricolore e il book dell’anno. Tutto quanto personalizzato con la scritta “Youth Lions Camp Alps & Sea – Districts 108 Ia1 – Ia2 – Ia3

11 Luglio – Giovedì – Visitiamo la Cappella Sistina in Savona, fatta costruire, per ricordare e commemorare i propri genitori, nel 1481 dal Papa savonese Sisto IV.  Poi entriamo nella frescura del Duomo dove la guida spiega le sculture e le opere d’arte in bella esposizione.     Poi ci rechiamo al Complesso Monumentale del Priamar, le nubi ci proteggono dai raggi.   I ragazzi sono colpiti dalla maestosità della struttura e dalla sua finalità: tenere soggiogati i savonesi da parte della Repubblica di Genova che nel 1542 qui l’ha fatta costruire.    Andiamo a spiaggia, spontaneamente nasce un torneo di beach volley. Serata ceniamo in darsena.

12 Luglio – Venerdì – Visitiamo le interessanti Grotte di Toirano. La guida in lingua riesce a catalizzare l’attenzione di tutti i partecipanti descrivendo quanto, da almeno 12300 anni, epoca paleolitica, vi è conservato: stalattiti, stalagminiti, Ursus Spelaeus e impronte dell’uomo. Rientriamo nello stabilimento balneare che ci ha ospitato ieri, i ragazzi riescono alcune partite di beach volley. Dopo esserci cambiati andiamo a cenare nel porto di Savona.

13 Luglio – Sabato – Andiamo in visita a Genova, veniamo ricevuti da Andrea Corsi 2° Vice Governatore del 108 Ia2, la Lion Roberta Rota descrive il centro storico, i classici e storici caruggi, Palazzo San Giorgio, Via Garibaldi e Piazza de Ferrari per finire a Caricamento.   Pranziamo da Eataly, successivamente visitiamo l’Acquario di Genova, il più grande d’Europa, l’interesse da parte dei camper è grande.

14 Luglio  – Domenica – Trasferimento ad Aosta, si aggiunge al gruppo il Lion Carlo Rebella, del Lions Club Savona Torretta. Lungo la strada vengono effettuate le presentazioni delle nazioni : Germania  Peter – Spagna Carolina e Turchiacampo giovani lions alpi e mare Incinur.     Visitiamo l’Arco di Augusto, la Porta Pretoria, le vecchie Mura di Augusta Praetoria ed il centro moderno dove è ubicato il Comune. Passiamo ad una frugale e veloce cena per andare a pattinare sul ghiaccio in Courmayeur nel Palais des Glaces.

15  Luglio – Lunedì – Purtroppo piove, in cima alle montagne è nevicato. La scarpinata al Lago d’Arpy, preventivata come da programma è annullata. Approfittiamo per fare acquisti: i ragazzi cercano souvenir e regali, noi acquistiamo giochi per intrattenere i ragazzi.  Andiamo a pranzare in un locale caratteristico dove coniugano la cucina locale con quella del sud. La Camp Leader Roberta fa fare ai camper un disegno con oggetto un albero, il loro sviluppo è interpretato nella sua veste di Pedagogista.

Ceniamo in un agriturismo dove incontriamo una quindicina di Lions che hanno accettato l’invito ad unirsi a noi. L’organizzatrice dell’incontro è stata la Lion Daniela Lale Demoz. La storia del Campo Alpi e Mare nasce qui in Valle d’Aosta oltre venti anni fa ed in segno di ricordo ed amicizia lionistica veniamo omaggiati di ricordi alimentari e non.

16  Luglio – Martedì – Partenza per Torino. Veniamo ricevuti dal PDG Enrico Baitone al quale consegniamo occhiali usati e molte lenti nuove raccolte dal Lions Club Savona Torretta. Andiamo in visita del Museo Egizio, sempre interessante e piacevolmente descritto in inglese dalla guida.

campo giovani lions alpi e mareInsieme al PDG Enrico Baitone  ceniamo con i soci del Lions Club Collegno Certosa Reale la cui Presidente Laura Monateri ha predisposto un’interessante serata lionistica facendo presentare prima tutti i camper del Campo Lion per la Gioventù Alpi & Mare, poi interviene Simone, che ha partecipato al Campo Disabili di Domodossola, raccontando la propria esperienza nel Campo, un’eccellenza del Multidistretto 108, che provoca emozione.

17 – Luglio – Mercoledì – Dopo l’intrigante visita del Museo del Cinema si sale con l’ascensore al culmine della Mole Antonelliana e si procede per la prossima tappa.   Durante il viaggio viene presentate la Norvegia da parte di Lars.

Arriviamo a La Spezia, il DG dell’Ia2 Alfredo Canobbio ha convocato la riunione del Gabinetto Distrettuale al quale partecipano l’IPDG Euro Pensa ed i nuovi Officers. Qui, nel Comando Marina Cadimare, ceniamo con una cinquantina di Lion e ospiti, seguono vari interventi del DG, di alcuni Officers ed ospiti.

18 Luglio – Giovedì – Dopo l’interessante visita del cacciatorpediniere lanciamissili Caio Duilio della Marina militare,  partiamo per Roma, lungo la strada continuano le presentazioni delle nazioni rappresentate : Armenia Lia – USA California Evelynn – Ungheria Reca  e Messico Veronica.

Arrivati in Roma, andiamo in centro passando da Piazza Navona ed il Pantheon.campo giovani lions alpi e mare

19 Luglio – Venerdì – Attraversato il sagrato di Piazza San Pietro proseguiamo al lato destro del Vaticano per arrivare ai Musei, una coda infinita che fortunatamente noi aggiriamo con il pass concessoci. Ci muniamo di audioguide e incominciamo la visita attraverso le lunghissime sale, dove l’arte romana la fa da padrona, visionate le sale pittoriche, guardiamo con interesse le opere d’arte del 1400 ed a seguire, in particolare analizziamo le sale Raffaello.

Tutti insieme ci ritroviamo in Sala Sibilla, meraviglia artistica dove si eleggono i Papi. Si va nella Basilica di S. Pietro, i camper sono emozionati, dopo avere ammirato la Pietà di Michelangelo, salgono insieme sul Cupolone. Poi con il bus andiamo a Pazza Venezia, in Via del Corso un po’ di tempo libero per gli acquisti. Successivamente da Piazza Barberini andiamo all’Hard Rock Cafè dove ceniamo.

campo giovani lions alpi e mare20 Luglio – Sabato – Giornata di riposo parziale. Nel parco dell’hotel che ci ospita vengono presentate le ultime quattro nazioni : Finlandia Salla – Danimarca Mads – Taiwan  Jane  e Thailandia  May. Pranziamo in una caratteristica trattoria romanissima. I ragazzi sono stanchi, li facciamo riposare e, ciò fatto, raggiungiamo in metropolitana il Colosseo dove la guida in inglese narra le vicissitudini e la storia del Colosseo, il ricordo degli eccidi dei cristiani e gli scontri con le belve colpiscono i camper.

Ritornati in hotel qui ceniamo e in successione avvengono gli scambi di regali: pin e guidoncini, chiudiamo la serata consegnando loro i diplomi di partecipazione al Campo e scrivendo frasi sulle loro magliette.

21 Luglio – Domenica – Mesti e lacrimosi si parte. Andiamo a Fiumicino dove si abbracciano, piangono e poco alla volta, in orari differenti, tutti si imbarcano sugli aerei che li porteranno nelle loro nazioni e famiglie.

*Direttore Campo Giovani delle Alpi e del Mare

Condividi

 

Tags

Scroll to top