I Lions con Padova Capitale del Volontariato 2020

di Rita Cardaioli Testa

“La comunità che verrà”: questo è il progetto ma anche la sfida lanciata dai promotori di “Padova Capitale europea del Volontariato 2020”.

Il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella è atteso a Padova venerdì 7 febbraio per inaugurare “Ricuciamo insieme l’Italia”: tre giornate di eventi, incontri e animazioni in una sorta di “Expo del Terzo Settore”.

Noi Lions ci siamo, per parlare della nostra associazione e metterci in sintonia e a confronto con le altre realtà del volontariato.

Partecipiamo attivamente a quello che è stato definito il “laboratorio” di Padova Capitale, dove convergono organizzazioni italiane ed europee per presentare, ideare, sperimentare buone pratiche e farle diventare patrimonio comune. Vogliamo migliorare le nostre comunità sul piano educativo, formativo, economico, sociale, ambientale, per condizioni di crescita sostenibili e una sempre migliore qualità di vita.

Il mondo cambia e anche il modo di fare volontariato deve cambiare. I Lions si propongono e propongono una svolta radicale:

  • passare da interventi circoscritti ad un agire nella logica di comunità complessiva
  • indirizzare, stimolare e sostenere progetti socialmente ed economicamente impattanti, progetti che siano in prospettiva auto-generativi e auto-sostenibili.

Questa elaborazione del cambiamento, con interventi concreti e costruzione di legami collaborativi, può essere svolta egregiamente dai Lions, per la loro esperienza e sensibilità, e grazie alla capillare rete territoriale dei Club, animata da una moltitudine di soci che rappresentano un importante capitale di competenze, know-how e relazioni.

Padova Capitale del Volontariato 2020, noi Lions ci siamo!

Condividi

Tags