Youth Camps & Exchange nel Golfo dei Poeti

scambi giovanili lions

di Lino Campagna

Il “Golfo dei Poeti”, un nome che fa sognare.

Una terra bellissima, che ha stregato poeti, pittori e scrittori di tutto il mondo, accoglie la “famiglia” del Youth Camps & Exchange per i lavori dell’annuale incontro di febbraio.

Incredibile come, in un paesaggio incantevole dove borghi di mare, chiese e castelli medievali, spiagge di sabbia e case color pastello si susseguono, un gruppo di Amici riesca a trasfigurarsi in “famiglia”.

Una famiglia dalle braccia aperte. Un abbraccio teso all’ accoglienza. Sembra finire mai.

Domingo Pace, in sei anni di coordinamento, con un mix di tradizione e innovazione, ha trasformato i Campi e gli Scambi Giovanili in “testimoni del tempo”.

scambi giovani lions tarricone pace cellaPartecipare ai lavori legati ai Campi e Scambi Giovanile è diventato uno stile di vita riconoscibile per professionalità e vocazione.

Un posto di sana integrazione. Di atmosfere sospese nel tempo.

Un luogo dove voci e parole si vestono di colori e di profumi.

Sarebbe complicato e riduttivo raccontare solo i particolari del vissuto di una realtà che ha il merito di aver realizzato un modello di Service che fa scuola tra i Lions.

Una prova inconfutabile?  I lavori dell’Assemblea Nazionale dei Campi e Scambi giovanili si presentano con un “parterre de roi” straordinario.

Il Presidente del Consiglio dei Governatori (Luigi Tarricone), apripista di:

5 Governatori (Alfredo Canobbio, Guido Cella, Pierluigi Rossi, Giovanna Gibertoni, Antonio Conz).

3 Past Governatori (Euro Pensa, Carlo Forcina e Massud Mir Monset).

2 Presidenti di zona (Pietro Fausto Repetto e Carlo Carlini).

Il Sindaco della città di La Spezia (Luigi Perracchini).

Il Vescovo (Luigi Ernesto Palletti).

Il vice Prefetto (Maria Stefania Ariodante)

Il padre Guardiano del convento di S. Francesco (Gianluigi Ameglio)

133 tra partecipanti ai lavori (89) e accompagnatori (44).

Una parata di stelle per una delle giornate più “incredibili”. Difficile da dimenticare.

Santuario di San Francesco a La Spezia: mensa dei poveri

Sono le 20.00. Gli occhi si sgranano per una sorpresa che rapisce sguardi e attenzioni di tutti.

Dodici (come gli Apostoli) Lions del Club di La Spezia ci accolgono nella “mensa dei poveri” per servirci una “cena service”. Uno spettacolo suggestivo. Impareggiabile.

Il risultato tangibile, di questa iniziativa targata Campi e Scambi Giovanili, è una raccolta di ben 3.500 euro da destinare al potenziamento delle cucine della mensa. Che nobile gesto!scambi giovani lions

In un’altalena di emozioni. Stupore. Meraviglia. Felicità.

Loriana Fiordi, Gabriele Micichè, Gianpaolo Pascotto e Gina Fortunato conquistano scena e microfono e scatenano un attacco alle coronarie del “gigante” Domingo.

I 5 Governatori, capitanati dal Presidente Tarricone, fanno da corona a Domingo, a cui viene consegnato un plico. Loriana legge ad alta voce:

La Squadra del MD Lions 108 Italy conferisce, al Coordinatore Nazionale, dal 2017 al 2020,

Domingo Pace la Melvin Jones Award per: aver fatto dei Campi e Scambi Giovanili, con semplicità e chiarezza di linguaggio, un’incredibile organizzazione. Un mix di vivacità culturale. Di Amicizia. Di Correttezza. Un patrimonio da non disperdere. Un punto di riferimento per l’intero lionismo”.

Con il cuore dai battiti accelerati e gli occhi pieni di lagrime, Domingo ringrazia e dipana il mistero.

Pensate sia finita? Sbagliate!

Io, Domingo e…

Ho provato a mettere insieme pensieri, appunti e articoli sui Campi Giovanili facendoli ruotare intorno a me e Domingo. Un “book” confessione per non dimenticare.

È un momento difficile per me. Sono tremante e in preda al panico più totale.

Provo a guardarmi intorno. “Il silenzio così assordante” mi crea inquietudine.

scambi giovani lionsMa, è sufficiente lasciare scorrere lo sguardo sui volti e negli occhi di chi attende le mie parole, per accorgermi di provare una sensazione di totale appagamento interiore.

Un momento impagabile.

E, come per incanto, il domani si palesa radioso e sorridente. Quello che manca a chi, affannato a rincorrere “fantomatiche sette”, non si accorge che sta perdendo i sogni e l’occasione di sentirsi avvolto da braccia amiche.

Irripetibile avventura.

L’abbraccio, lungo e quasi asfissiante di Domingo, Tarricone e tanti Amici, nasconde il mio viso bagnato.

Che bello essere amico di persone che emanano tanta luce e tanta forza.

Grazie e Buona vita.

 

 

 

 

Condividi

Tags