Mantova: Azienda Sanitaria e Lions insieme per vaccinare

L’Asst di Mantova ha presentato il progetto logistico che vede i Lions in prima linea nella campagna di vaccinazione anti-covid sul territorio. L’azienda sociosanitaria del Mantovano infatti può contare da oggi sull’unità mobile Lions per la vaccinazione dei pazienti disabili, e 8 soci Lions appositamente formati che si faranno carico degli spostamenti. Le vaccinazioni, per evidenti motivi, sono di esclusiva competenza del personale medico.
Upload, l’unità operativa Lions solitamente utilizzata per screening della vista, del diabete e del respiro, diventa dunque un ambulatorio mobile, che sarà operativo da qui al 17 maggio.

Il mezzo, equipaggiato con attrezzature e strumentazioni idonee a trasferire l’attività vaccinale sul territorio, eviterà ai pazienti e alle loro famiglie di dover raggiungere i poli vaccinali.

Gli otto soci Lions del Distretto 108Ib2 abilitati alla guida di Upload

L’iniziativa – partita dal Lions Club Mantova Host, che ha trovato l’immediata adesione dei Lions Club Andrea Mantegna, Sabbioneta Nova Civitas, Viadana e Padania – riveste una grande importanza in questo momento di emergenza, perché rappresenterà una corsia preferenziale per una tipologia di pazienti ai quali ASST riserva da sempre molta attenzione” ha commentato il dott. Raffaello Stradoni, direttore generale di Asst Mantova.
Sono circa 600 i pazienti per i quali è prevista la vaccinazione “a domicilio”, all’interno di 16 strutture individuate sul territorio mantovano di concerto tra ASST e Coordinamento Servizi ai Disabili della Provincia di Mantova. Se il test darà i risultati attesi, si prevede di replicare il progetto ASST/Lions nelle province di Bergamo, Brescia e Cremona.
Nella foto in alto, il direttore generale di ASST Mantova, Raffaello Stradoni (secondo da destra) tra il governatore del Distretto Lions 108Ib2, Federico Cipolla, e il presidente del Lions Club Mantova Host, Gianni Chizzoni.

Condividi